Home
 Gran Sasso
 Novità
 Le vostre foto
 Mailing list

 Come fare...

 

L'Abbazia di San Benedetto in Valledacqua

 
     
 

Info | Come arrivare | Amatrice | Vegetazione | Geologia | Escursioni | Bibliografia

© 2003-2014
 

 

 
 

 ::. Monti della Laga | Escursioni | Abbazia di San Benedetto in Valledacqua

 
 

 

 
 


::. Difficoltà: nessuna
::.
Dislivello +/- 0 mt
::. Durata... libera!
-> Filmato
-> Google map
 

 
 

 

 
 


Come arrivarci
::.
Da Roma tramite la Salaria si raggiunge il Comune di Acquasanta Terme (AP). Si prosegue quindi per  Paggese - San Martino e dopo qualche Km, su di una curva a gomito verso destra, si incontra la deviazione per l'Abbazia (cartello).
 

 
 

 

 
 


L'Abbazia di S. Benedetto in Valledacqua, con annesso monastero, furono costruiti dai monaci Benedettini Farfensi verso il 970. La località in cui sorge l'Abbazia, denominata anticamente parasolem e Vallis Aquis, costituisce un anfiteatro naturale alle pendici dei Monti della Laga, di fronte ai Monti Sibillini e in prossimità dell'importante arteria di comunicazione, la Salaria.

L'Abbazia, realizzata in travertino bianco, tipico del territorio di Acquasanta, riflette un'architettura protoromanica. Si sviluppa in un'unica navata, con pianta irregolare e l'abside rivolta a oriente.

Nel solstizio d'estate, di prima mattina, un raggio di sole riempie la monofora dell'abside e attraversa il centro della navata con intensa luminosità. All'interno dell'Abbazia sono conservati degli affreschi di epoca rinascimentale.

Dopo alterne vicende storiche di vitalità e di abbandono, nel 2001 l'istituto diocesano per il sostentamento del clero ha curato il restauro dell'Abbazia, rinnovandola e riportandola al suo originale splendore.

Dentro il movimento ritmico in cui la luce e le tenebre si intersecano e si susseguono, nel corso della giornata e delle stagioni, come nella vita e nella storia, l'Abbazia è luogo ospitale di ascolto di Dio e di incontri umani.

(Info a cura del Comune di Acquasanta Terme)
 

 
     top